BENVENUTI NEL COMPRENSORIO OUTDOOR DI PIETRA LIGURE, VAL MAREMOLA E BORGIO VEREZZI
BENVENUTI NEL COMPRENSORIO OUTDOOR DI PIETRA LIGURE, VAL MAREMOLA E BORGIO VEREZZI

Speciale Trail, ecco la Via del Fieno

Dalla frazione Ranzi di Pietra Ligure al Rifugio di Pian delle Bosse… Ecco uno dei trail da non perdere per bikers, riders e amanti dell’escursionismo: LA VIA DEL FIENO.

Lungo un antico percorso, tra le testimonianze della fatica dell’uomo…

Il tracciato originale, piuttosto lungo, arriva fino al Giogo di Giustenice (4h/4h e 30m).

La versione attuale arriva fino al rifugio di Pian delle Bosse (tempo di percorrenza in salita 2h e 30m/3h).

L’itinerario può essere eventualmente integrato con l’interessante “anello delle caselle di pietra”, (tempo di percorrenza 1h) che si sviluppa nella zona intorno al rifugio.

NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: frazione Ranzi di Pietra Ligure (SV)
Dislivello: 750 m circa
Tempo di percorrenza in salita: 2h 30m/3h
Difficoltà: E
Segnavia: triangolo rosso
Avvertenza: le condizioni dei sentieri descritti possono cambiare nel tempo.
L’escursionismo richiede conoscenze di base e consapevolezza dei propri limiti.

Accesso stradale
Poco dopo l’uscita autostradale di Pietra Ligure, si prende la prima deviazione a sinistra e si svolta a ancora a sinistra raggiungendo in breve l’abitato di Ranzi. Lo spiazzo antistante il piccolo cimitero rappresenta una buona possibilità di posteggio.

Itinerario
Dal posteggio si prosegue a piedi sulla strada principale per pochi metri. Presso la prima curva sono evidenti le indicazioni dell’ “Antico Sentiero del Fieno” ed il segnavia di riferimento “triangolo rosso pieno”. Seguendo queste indicazioni ci si dirige a sinistra, nel caratteristico borgo di Santa Libera.

Attraversato il caratteristico borgo, presso un ulteriore pannello indicativo, si prende a destra un sentiero che sale con diverse svolte, fiancheggiando alcune grandi vasche per la raccolta dell’acqua. Il percorso, a tratti con fondo roccioso, tra magnifici scorci panoramici, si innesta più avanti su una più larga strada sterrata. Si prosegue in salita sino ad un successivo bivio, poi a destra in leggera discesa e continuare su un tratto quasi pianeggiante. In lontananza appare il Monte Carmo, su cui splende la croce di vetta. Si prosegue sull’itinerario principale, ignorando alcuni bivi, fino a giungere su una strada più ampia sterrata. Poco oltre, sulla sinistra, una stradina sbarrata consente di raggiungere il panoramico poggio San Martino, con la bella omonima chiesetta, nonchè i ruderi più antichi, presso il cippo eretto a ricordo degli Alpini caduti.

Proseguendo ulteriormente si incontra l’ampio tratto sterrato proveniente da Verzi, in seguito la deviazione a sinistra dove si incontra la prima delle grandi caselle: “U Cabanun”, risalente al secolo XVIII. La particolarità di tale manufatto è la costruzione interamente in pietra, senza uso di malta, con una tecnica ed una abilità di posa tali da impedire infiltrazioni ed umidità all’interno. Le sue eccezionali dimensioni sono dovute al fatto che, in caso di maltempo, veniva utilizzato come ricovero anche per i muli con il carico di fieno, oltre che per i loro conducenti.

Un successivo tratto di sentiero dal caratteristico fondo in acciottolato ancora ben conservato, rende l’idea di come fosse in origine tale percorso.

Dopo essere transitati in una zona boschiva si incontra una più ampia stradina presso un quadrivio. Si prosegue seguendo gli evidenti segnavia, superando poco oltre una sbarra che impedisce il transito ai mezzi motorizzati.

Dopo una lunga salita e diverse svolte si incrocia l’itinerario “giallo-rosso” delle Terre Alte, poco dopo si raggiunge un largo pianoro in cui sorge una ulteriore grande “casella”, presso un dismesso ricovero per animali.

Ormai a pochi metri il rifugio di Pian delle Bosse.

Il ritorno avviene con lo stesso itinerario.

STAY TUNED

Sportivi outdoor, tenersi in forma ai tempi del coronavirus

Bikers, riders, climbers e amanti dell’outdoor… Ecco qualche consiglio delle nostre guide per tenersi in forma in questo periodo di isolamento forzato e farsi trovare…

LEGGI TUTTO

Coronavirus, annullata la 24H of Finale: raccolta fondi per l’emergenza sanitaria

Al fine di non gravare sul nostro sistema sanitario durante l'emergenza nazionale e di contribuire al contenimento della diffusione del virus Covid-19, la 22^ edizione…

LEGGI TUTTO

Un 2020 nel segno del turismo sportivo, ecco gli eventi Mtb [AGG]

La primavera è ormai alle porte e il 2020 sarà un anno all’insegna dell’outdoor, anche grazie a tanti eventi sportivi in calendario nel nostro comprensorio.…

LEGGI TUTTO
LEGGI TUTTO